Rassegna stampa‎ > ‎

20140117 - Elba 2020: "Serve una scossa al piattume elettorale"

VERSO LE COMUNALI
Elba 2020: "Serve una scossa al piattume elettorale"
TENEWS, 17 gennaio 2014

Il gruppo guidato da Leonardo Preziosi lavora in vista del voto e boccia i partiti: "Non vi è un solo programma, di qualsiasi partito, che esprima chiaramente una posizione su ambiente e cultura". Arriva il sito internet

Una scossa al "piattume" che si registra a pochi mesi dalle elezioni amministrative. E un laboratorio di idee per amministrare. Questo l'obiettivo di Elba 2020 Team. Il gruppo parla per bocca di Leonardo Preziosi, presidente della sezione locale di Italia Nostra, e sta lavorando per proporre programmi - e probabilmente anche nomi - in vista delle comunali. Secondo le indiscrezioni, programmi e nomi che potrebbero essere accolti dallo schieramento di centrosinistra.

Oggi Elba 2020 non dà un giudizio positivo sull'avvicinamento al voto d parte dei partiti: "Non vi è un solo programma, di qualsiasi partito - dice Preziosi - che esprima chiaramente una posizione su ambiente e cultura; nessuno che spieghi come valorizzare il nostro patrimonio culturale e il consumo 'responsabile del suolo' nel rispetto dell’ambiente". E proprio "dalla consapevolezza che è il momento di dare un contributo al cambiamento - spiega - nasce un gruppo di lavoro che mette insieme passione e competenze per dimostrare che si può dare una scossa al 'piattume' che si registra fatalmente nell'avvicinamento alle elezioni amministrative. Una rappresentanza, molto eterogenea della società civile che parla di 'democrazia partecipativa' nel senso che non vuole sostituirsi alla democrazia rappresentativa, ma esserne semplicemente ascoltata, coinvolta e, laddove indichi percorsi ineludibili, anche presa a paradigma".

Questo "team" - come si definisce - si dichiara "assolutamente aperto a tutti senza esclusioni, sempre che se ne condividano i presupposti". E annuncia che il focus sarà "su temi di solito poco presenti nei programmi dei politici", come detto ambiente e cultura; valorizzazione del patrimonio culturale e "consumo responsabile del suolo”.

Il gruppo ha iniziato il suo lavoro con una riunione che si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì a Portoferraio. "Dello sviluppo delle sue attività, delle idee di governo scaturite, e dei documenti che saranno prodotti - fanno sapere - daremo conto nelle prossime settimane con sintetici comunicati. Di prossima attivazione anche un sito web sul quale i cittadini potranno seguire il procedere dei lavori di questo nuovo 'soggetto facilitatore' del confronto delle idee all’Elba e con esso interfacciarsi".